Pierre Klossowski – Nietzsche e il circolo vizioso [Epub – Mobi]

coverQuesto libro ha un posto del tutto a parte nella immensa serie degli scritti su Nietzsche. Con quell’audace fedeltà all’idiosincrasia che contrassegna tutta la sua opera, con la sua fulminea percettività per i fantasmi ossessivi, con la sua agilità di movimento nella zona, oscura fra tutte, di osmosi tra fisiologia, psicologia e metafisica, Klossowski è riuscito a costruire un libro-labirinto all’interno di un altro, tuttora ingannevolissimo, labirinto: gli scritti di Nietz­sche degli ultimi anni, tra la folgorazione dell’Eterno Ritorno, il progetto di un’o­pera che avrebbe dovuto chiamarsi La volontà di potenza e gli estremi messaggi del­l’«euforia di Torino». Proprio su questo punto si dividono, da sempre, le interpretazioni di Nietzsche: sono anni di progrediente lucidità? o di progrediente follia? Klossowski recide subito questo banalissimo nodo, affermando che tutto il pensiero di Nietzsche «ruota attorno al delirio come attorno al proprio asse». E già questo permette di stabilire una incolmabile distanza fra tale pensiero e la sequenza della filosofia: c’è uno iato che separa sin dall’inizio l’impresa speculativa di Nietz­sche dal discorso occidentale – lo iato del Caos. Per non perdere mai il contatto con questa singolarità irriducibile di Nietzsche, Klossowski ha scelto la via più ardua, ha deciso di lasciarsi trascinare «dal mormorio, dal respiro, dalle esplosioni di collera e di risa di questa prosa, la più insinuante che si sia mai formata nella lingua tedesca». Così, più che l’articolarsi dei concetti, segue le «fluttuazioni d’inten­sità» in quella «tonalità dell’anima» che era Nietz­sche stesso – e il libro si intesse alle sue pagine come un perpetuo commento, un’e­co dove le parole dell’autore stingono su quelle dell’esegeta e viceversa.

Grazie a U.s.A. per la scansione di partenza e per la revisione dell’epub.

Advertisements

35 thoughts on “Pierre Klossowski – Nietzsche e il circolo vizioso [Epub – Mobi]

  1. Non si resuscita ciò che non è morto. Una malattia non si vince distogliendo lo sguardo o nascondendola sotto una coltre di abiti, per farlo occorre riconoscere che esiste ancora affrontandola con coraggio a viso aperto, anche col rischio di perdere

  2. su scribd c’e’ il sentimento del nulla con introduzione di severino, siccome non ho account, qualcuno può darmi un link free, grazie
    Giacomo Leopardi – Il sentimento del nulla (pref. di Emanuele Severino)

    1. ho provato a scaricare altri libri e mi chiede sempre di pagare anche se ho fatto il login, ma voi avete abbonamento a pagamento?

      1. No, per superare quello scoglio basta semplicemente caricare qualche file, vanno bene anche dei pdf con scritto “pincopallino”.

  3. qusto sito è bellissimo. Grazie a tutti quelli che collaborano e a quelli che lo tengono vivo.
    Volendo partecipare ho inviato due email a natjak89@gmail.com, indirizzo visto in post precendenti. Ma non ho ricevuto risposta.
    C’è qualcosa che sbaglio?
    Ciao

      1. anch’io Nat t’ho scritto un paio di volte, riguardava “Il secolo breve” di Hobsbawn e “Si prega di chiudere gli occhi” di Vitale

  4. Caro Nat e cari tutti,
    … continua a cercare senza esito il saggio di Beniamino Melasecchi “Il logos esiliato: gli ultimi accademici alla corte di Cosroe” pubblicato negli gli atti del convegno “Scienze tradizionali in Asia. Principi ed applicazioni.” (pagg 11-43) organizzato a Perugia nel 1995 dal Centro studi Enrico Fermi e dall’Istituto Italiano per il Medio ed Estremo Oriente.
    L’edizione degli atti è a cura di Fornari Editore, casa editrice della quale non trovo traccia.
    Grazie a chiunque volesse darmi notizie in questo post.

      1. Ho già scritto da più giorni alla Biblioteca Vittorio Emanuele di Napoli che sembra l’unica a possedere questa pubblicazione ma senza avere ancora ricevuto risposta, finirò col telefonare …
        Il caro Nat mi scuserà se riproporrò la ricerca in tutti i suoi post piu recenti finché non avrò trovato.
        Grazie a chiunque si interesserà al mio πρόβλημα.

  5. Scusatemi per l’impudenza. Una richiesta

    “La biblioteca di Gould. Una collezione molto particolare” di Bernard Quiriny

    Grazie

    1. Di Faulkner ho: “luce d’agosto”, “mentre morivo”, “I fantasmi di Rowan Oak”, “l’urlo e i furore” (Pdf riconvertiti con calibre)
      @ Anonimo: sono sufficienti?
      @Natjus: posso inviarli a te?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s