Alain Badiou – Secondo manifesto per la filosofia

cover0001

Vent’anni fa, il mio primo “Manifesto per la filosofia” si levava contro l’annuncio, diffuso un po’ dappertutto, della “fine” della filosofia. A questo tema della fine, proponevo di sostituire la parola d’ordine “un passo ulteriore”. La situazione è molto cambiata. Se allora la filosofia era minacciata nella sua esistenza, oggi si potrebbe sostenere che essa è altrettanto minacciata, ma per una ragione opposta: le viene attribuita un’esistenza artificiale eccessiva. Soprattutto in Francia, la “filosofia” è ovunque. Serve da ragione sociale ai diversi paladini dei media. E sollecitata da ogni parte, dalle banche fino alle grandi commissioni statali, per parlare di etica, di diritto e di dovere. Il punto è che per “filosofia” s’intende ormai il suo nemico più antico: la morale conservatrice. Il mio secondo manifesto cerca quindi di de-mora-lizzare la filosofia, di rovesciare il verdetto che la consegna alla vacuità di “filosofie” tanto onnipresenti quanto asservite. Essa rinnova il legame con – può illuminare l’azione di alcune verità eterne. Illuminazione che conduce la filosofia al di là della figura dell’uomo e dei suoi “diritti”, al di là di ogni moralismo, nel luogo in cui, alla luce dell’idea, la vita diventa ben altra cosa che la sopravvivenza.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s