Guido Ceronetti – Sono fragile sparo poesia

cover0001Due volumetti di versi giovanili, col titolo “Nuovi Salmi” (1955 e 1957), aprono il cammino di poesia in proprio di Guido Ceronetti. Nel 1965 uscì presso Tallone una tiratura per bibliofili della “Ballata dell’infermiere”; nel 2008 il Notes Magico ne pubblicò tutte le ballate (“Le ballate dell’angelo ferito”). Tra il ’55 e oggi è passato più di mezzo secolo, un periodo in cui, oltre ai suoi libri in prosa, al teatro e alle traduzioni, Ceronetti ha scritto più di cinquemila versi seguendo un personalissimo percorso poetico. Questa antologia propone una selezione di quanto all’autore stesso sembra la migliore testimonianza del suo assiduo formulare “qualche ideogramma di compassione, di ricordo e di desiderio della luce”. Come già per “Trafitture di tenerezza”, che raccoglieva il meglio delle traduzioni poetiche di Ceronetti, anche questo libro concentra fin dal titolo aggressività e umiltà, forza e delicatezza. Perentorio ed evanescente come un messaggio in bottiglia. D’altronde per Ceronetti la parola poetica è al contempo ri-chiesta d’aiuto e offerta (a tratti, ma significativa) di salvezza.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...