Macedonio Fernández – Museo del romanzo della Eterna (primo romanzo bello)

coverMacedonio Fernández (Buenos Aires 1874-1952) è stato riconosciuto solo di recente maestro delle avanguardie e di coloro che in America Latina si occupano di letteratura fantastica e di indagine metafisica. Autore trasgressivo per eccellenza, con i suoi scritti, con le sue conversazioni e con la sua vita propone la disintegrazione delle lettere contemporanee: generi, autori, lettori. Poeta, romanziere, metafisico, umorista, Macedonio, che mai si preoccupò di raccogliere e ordinare i suoi scritti, pubblicò in vita i libri No todo es vigilia la de los ojos abiertos (1928), Papeles de Recienvenido (1929), Una novela que comienza (1941). Protagonista dell’«Ultraísmo», compagno di viaggio di Borges, Güiraldes, Marechal e dei migliori scrittori e artisti argentini della prima metà del secolo, fu collaboratore delle più importanti riviste e giornali dell’epoca. Solo a partire dagli anni ’70 la sua opera comincia a essere pubblicata e diffusa in Argentina e all’estero

Grazie a Flextime.

103 thoughts on “Macedonio Fernández – Museo del romanzo della Eterna (primo romanzo bello)

  1. Provo qui dato che Zovvo ha negato di esser la fonte. Si vede in rete “Il Tesoro d’Italia”: non essendo stata opera di un paladino, sarà dell’altro – non ci sono molte alternative, no?;) In tal caso, mi chiedevo se il seguito, “Gli anni delle meraviglie”, fosse in previsione. Perdonate la… sgarbatezza

  2. Nat, forse l’ho già chiesto in passato, non ricordo, ma non avresti modo di consigliare l’adelphone “Il principio antropico” di Barrow e Tipler? Anche solo un pdf…
    Grazie.

  3. A proposito di Petrarca, non sarebbe male riuscire a recuperare le magistrali biografie del Wilkins e, soprattutto, di Karlheinz Stierle… bye bye

  4. Sto cercando una edizione digitale di questo libro:

    Engels – Marx, “La sacra famiglia”, Editori Riuniti

    Qualcuno sa se è reperibile da qualche parte?

    Grazie.

  5. c’è la possibilità di consigliare in futuro qualcuno di questi testi di Yves Bonnefoy? Grazie in anticipo.

    Trattato sul pianista, Milano, Archinto, 2000
    Quel che fu senza luce. Inizio e fine della neve, Torino, Einaudi, 2001
    Seguendo un fuoco. Poesie scelte 1953-2001, Milano, Crocetti, 2003
    L’alleanza tra la poesia e la musica, Milano, Archinto, 2010
    Terre intraviste, Venezia, Edizioni del Leone, 2006
    Poesia e fotografia, Milano, O barra O, 2015

  6. Leggera e discreta come neve di primavera è giunta l’Infornatina di maggio. Distratto dal suo lavoro, lo Scrivano la osserva commosso e ringrazia l’Artfefice che tanto ha creato.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s