Jean-Luc Nancy – L’adorazione. Decostruzione del cristianesimo. Volume II

cover0001Adorare si rivolge a ciò che eccede ogni apostrofe. O ancora: si rivolge senza cercare di raggiungere e senza intenzione. Può accettare perfino di non rivolgersi: di non poter né mirare a, né designare, né riconoscere quel fuori a cui s’invia. Può perfino non individuarlo come fuori, perché ciò accade proprio qui, non altrove, ma qui completamente aperto. Nient’altro che una bocca aperta, o un occhio, un orecchio: nient’altro che un corpo aperto. Con tutte le loro aperture, i corpi sono nell’adorazione.“Qui completamente aperto”: ormai è il mondo, il nostro mondo. Aperto a nient’altro che a se stesso. Trascendente nella propria immanenza. Invitato, chiamato a non considerare più la sua ragion d’essere ma, piuttosto, la dischiusura di tutte le ragioni – come pure di tutte le sragioni ciniche, scettiche o assurde – per misurarsi con il fatto che lui solo, il nostro mondo, dà la misura dell’incommensurabile.

 Jean-Luc Nancy

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...