Yanis Varoufakis – Il minotauro globale. L’America, le vere origini della crisi e il futuro dell’economia globale

Il Minotauro Globale

Nell’America post-bellica gli Stati Uniti distrussero la realtà preesistente non una bensì due volte, per crearne di nuove. La prima volta non avevano altra scelta. La Seconda guerra mondiale aveva imposto all’America il ruolo di ideatore di realtà, sia pure contro la sua volontà. Ed essi risposero brillantemente, con un Piano globale che diede avvio alla stagione più felice del capitalismo globale. Quando poi il Piano globale ebbe raggiunto la sua data di scadenza, gli Stati Uniti non persero più tempo a tergiversare o a “studiare” la realtà esistente. Piuttosto, cercarono attivamente di disintegrare la realtà che stava già degenerando, in modo da provocare una decisiva crisi mondiale da cui sarebbe uscita una realtà ben più nuova e vitalissima: “Minotauro globale”. Per la seconda volta nella sua storia, l’America aveva ridisegnato il mondo non tanto a propria immagine e somiglianza, bensì in un modo che aveva trasformato una strisciante debolezza in una maestosa egemonia. La chiave del successo dell’America fu il riconoscimento dell’indispensabilità di un meccanismo di riciclo delle eccedenze globali (GSRM). L’egemonia differisce dal dominio, o dal volgare sfruttamento, in quanto il vero egemone capisce che il suo potere deve essere rialimentato non mediante l’ulteriore prelievo dai suoi sudditi, bensì dall’investimento nelle loro capacità per generare eccedenze. Per togliere ai suoi sudditi, l’egemone deve padroneggiare l’arte di dare in cambio…

28 thoughts on “Yanis Varoufakis – Il minotauro globale. L’America, le vere origini della crisi e il futuro dell’economia globale

  1. Lascio qui un titolo bomba, che spero qualcuno riesca a reperire: Roberto Radice, “Ricerche sul fondamento del pensiero stoico”. Ciao, grazie

  2. Salve Nat! Ottima infornata – la serrata critica non viene meno. C’è un autore che da un po’ mi chiedo se rientri nei tuoi “programmi”: Fumaroli. Possiamo aspettarci in avvenire qualche grosso Adelphi? (Se qualcuno avesse qualcosa anche in lingua originale sarebbe benvenuto!). Saluti

    1. Di Fumaroli possiedo solo Parigi-New york e ritorno. non prevedo di consigliarlo in tempi brevi perché è un lavoro pesante e ho altri consigli in lavorazione.

  3. Nat sono al 20% circa di questo libro, sento l’urgenza di ringraziarti, di economia non sono mai stato esperto e nemmeno mi sono mai interessato ma questo libro è veramente scritto bene. grazie

  4. la butto la, un consiglio che mi perseguita da tempo: “Centri, ritualità, potere. Significati antropologici dello spazio.” Ugo Fabietti et alii.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s