Quota donazioni

Come (forse) avrete visto visto, da un po’ di tempo nella barra laterale del blog è apparso un link di donazione.

Era per prepararvi a questo importante annuncio: mi sono stancato di fare il vostro asino per nulla. Da oggi non rilascerò più consigli fino al raggiungimento della quota mensile di 500 euro, pervenutomi codesto denaro rivedrete nuovamente i vostri amati consigli.

Ca nisciun è fess… avete mangiato fino a ora, è arrivato il momento di contribuire.

La libertà non è gratis (cit.)

 

Annunci

114 pensieri riguardo “Quota donazioni

  1. Ciao, vorrei essere aggiunta alla lista per favore (l’altro sito non registra la mia richiesta), sempre per le stresse ragioni: perdermi nel folto delle letture che rendi possibili, grazie!
    Eve

  2. @ P.Severino su Casaleggio

    A te il merito di avere trovato la risposta prima che fosse giunto il tempo della domanda. Con il post su Aristotele hai indicato, nella logica di Aristotele, ciò che deve essere chiamato come risposta alla domanda che – allora – non potevi ancora prevedere come domanda da porre. Nietzsche e Heidegger sono i due pensatori che hanno indicato nella logica di Aristotele solo una delle logiche possibili. Indicando così la possibilità di altre logiche. Tanto Nietzsche quanto Heidegger hanno pensato la possibilità di una filosofia collegata al “politico”. Nietzsche come pensatore isolato, solo da se stesso riconosciuto in quanto filosofo; Heidegger come filosofo pienamente riconosciuto all’interno di una istituzione. La modernità si dimostra sempre più sgomenta tanto sul tentativo di collegamento di Heidegger con la politica, quanto sugli inevitabili grandi progetti di Nietzsche (è uno spasso l’imbarazzo di Losurdo quando considera i pensieri di Nietzsche sulla schiavitù e la necessità di eliminare milioni di malriusciti! – È uno spasso alla veglia di Finnegan; ma uno spasso faticoso alla veglia dei Finnegan!). Questo perché la modernità è proprio ciò che non può unire i due termini – almeno nella ricerca di una via diversa. Heidegger ha pensato il collegamento tra poesia, pensiero e azione nel corso «Gli inni di Hölderlin “Germania” e “Il Reno”» (1934/35). Heidegger indicava come missione del maestro non quella di spiegare, rendendo esplicito a tutti l’argomento su cui il maestro si era soffermato, quanto quella di trasportare come inspiegabile ciò che aveva determinato il suo pensiero; lasciando come inspiegabile ciò che, all’origine del pensiero, si era determinato appunto come inspiegabile. Ma questo è proprio ciò che la modernità non può accettare come rapporto tra pensiero e politica. Povera epoca del pensiero moderno, quando il vertice intravisto dal pensiero di Heidegger ha smosso la furia di Faye e, prima ancora, la patetica dialettica dell’illuminismo di Adorno! Può solo pensare grandi opere complete, palazzi della memoria che comportano un’azione mnemonica, ma nessun nuovo pensiero.

  3. Qualche anima buona potrebbe condividere testi di Michel Pastoureau? E. g. qualche settimana fa è comparso su “ava..” il libro sul cugino nostro disconosciuto: il maiale… Ma quando me ne sono accorto i link erano già stati disattivati… 😦 Per ora son riuscito solo a trovare – ma in inglese – su Lib. il libro dedicato al colore Nero.
    Insomma se qualcuno è stato più lesto e accorto di me, ed ha afferrato il cugino maiale prima che scappasse, lo prego di condividerlo con me e a beneficio di tutti su questo meritevole e meraviglioso blog, che tanto fa per la cultura a portata di tutti gli assetati di sapere..Ma sarebbe gradito qualsiasi materiale di Pastoureau 🙂
    Grazie comunque per questo spazio e l’attenzione di chi leggerà il mio appello.

      1. GRAZIE ! 🙂 🙂 Grazie mille Giorgio. Mi hai reso felice, e spero che non sia utile solo a me. Questa comunità di appassionati di libri è una risorsa davvero preziosa. Lunga vita a Nat e a tutti coloro che con tanta passione e amicizia disinteressata diffondono la conoscenza.
        Ciao Giorgio ti auguro ogni bene

      1. Sono commosso dalla vostra generosità non so come esprimere adeguatamente la mia gratitudine; non mi viene che ripetere grazie, grazie infinite! A te Enny Hermann per la sollecitudine al mio appello, e naturalmente a Cultura in Ita, che ha fatto il lavoro di scan all’origine. Appena ho dato una prima occhiata alle illustrazioni e già mi brillano gli occhi: sento che questo volume mi darà tante soddisfazioni.

  4. Buongiorno, qualcuno di voi ha per caso Stato di morte apparente del buon Peter lo sferatore? Se sì mi fareste un enorme favore.

  5. Volevo chiedere se era possibile aggiungermi su Mega, fai un lavoro fantastico! E mi scuso se questa non è la sede corretta per chiedertelo

  6. ho provato a leggere Fink su Nietzsche, già nell introduzione si capisce dove vuole andare a parare, a mio avviso non è nemmeno all altezza di allacciare i sandali a Nietzsche

    Cacciari ne fa gli elogi, ma lui è comunista
    e Fink “…venne educato nei suoi primi anni di studio dallo zio, parroco cattolico.”

    Nietzsche farà sempre scomodo a troppi, non adatto al gregge

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...