Autori Vari – Breve dizionario dell’ideologia italiana

cover-ideologia

In una trentina di voci questo agile dizionario illustra la crisi della politica, della rappresentanza, della partecipazione passando al contropelo le parole stesse attraverso le quali l’establishment, ma anche i suoi tradizionali critici, si rappresentano e si legittimano chiedendo responsabilità e sacrifici. Da legalità a innovazione, da sicurezza a governabilità, una martellante retorica dell’ordine detta comportamenti e forme di pensiero, invita alla repressione di devianze e scelte di libertà, occupa con prepotenza il discorso pubblico. Ma fenomeni sociali e pratiche individuali e collettive sempre più fuori controllo smontano nei fatti il mondo fittizio costruito intorno alle parole dell’ideologia, mettendo in evidenza il vuoto o il nudo contenuto di potere su cui poggiano. I lemmi raccolti in questo volume si propongono come un maneggevole strumentario per non lasciarsi ingannare.

Annunci

Domenico Losurdo – Il linguaggio dell’Impero. Lessico dell’ideologia americana

coverTerrorismo, fondamentalismo, antiamericanismo, odio contro l’Occidente, complicità con l’Islam e gli antisemiti: sono le accuse che l’impero americano brandisce come armi affilate. In un clima mondiale di mobilitazione totale contro i barbari alle porte, e anzi già insediati nella cittadella occidentale, chiunque non sia con l’America è automaticamente nemico della pace e della civiltà.

Domenico Losurdo – La comunità, la morte, l’Occidente. Heidegger e l’«ideologia della guerra» [Epub – Mobi]

coverIl tema della guerra «grande e meravigliosa», l’adesione di intellettuali della levatura di Spengler, Junger, Schmitt, Jaspers, ma anche Max Weber e Thomas Mann, all’« ideologia della guerra» sono il filo conduttore e la tela di fondo di un doppio percorso al termine del quale il pensiero di Heidegger risulta contestualizzato e finalmente offerto a una comprensione sottratta tanto all’apologia quanto alla demonizzazione. Un primo percorso studia gli aspetti per così dire «interni», relativi alla società, di una diffusa configurazione filosofica incentrata sul tramonto e sulla trasfigurazione dell’Occidente. Si tratta del tema della comunità che, intrecciato con quello della morte – la morte in guerra, la morte «per qualcosa» – produce in Germania una miscela esplosiva: si pensi al «terra e sangue» dell’ideologia nazista. Un secondo percorso analizza la dimensione per così dire «geopolitica» del tema del destino occidentale, anzi occidentale-tedesco, di fronte agli opposti «mercantilismi» delle democrazie e dell’Urss. Così ricondotti al contesto storico-politico, i nessi del pensiero di Heidegger col nazismo possono risultare persino più chiari che non da uno studio limitata al dato biografico. Ma non è questo l’obiettivo principale di Losurdo che, anche quando s’interroga sugli elementi ideologici nella teoria di Heidegger, evita accuratamente di ridurre tutto a ideologia.

Grazie a Scarsella per la scan di partenza.